Immersioni fuori Parco


Le immersioni fuori dell’ area parco sono caratterizzate da fondali a volte a picco , in parete e dalle molteplici possibilità di raggiungere le profondità desiderate a seconda del livello di addestramento e di interesse. Si parte dal promontorio di Capo Falcone, punta dell’estremo nord della sardegna, nel cosiddetto “mare di fuori” per arrivare agli isolotti di Scoglietti e volendo anche oltre. Un’ ampia possibilità per immergersi con tutti i tempi in fondali di rara bellezza.

Cala Squalo è una piccola baia ridossatissima che confina con una stupenda parete con Punta Falcone. E’ un luogo ideale per immersioni in parete, per immersioni notturne e il lato sinistro della baia, con dei piccoli banchi di sabbia a 8 e 12m. di profondità , consentono delle ottime immersioni didattiche. Per i più esperti si può arrivare fino a 30m., dove sotto una franata di grossi massi, staziona un folto gruppo di aragoste.
Superata la punta di Capo Falcone abbiamo a disposizione un’ altra baietta rocciosa chiamata Baia delle Aragoste . Una parete da un lato che porta fino a -40m. dove è possibile ammirare, poche ma grandi aragoste. A volte, se si è fortunati, è possibile l’ incontro con un’ astice che migra nella zona. L’ altro lato, invece è caratterizzato da una abbondante franata di massi abitata da scorfani, cicale, murene e qualche mustella. Molta flessibilità nella scelta dei percorsi sub, da facile, fino a 12-16m., a difficile fino a 40m.
Proseguendo dalla Baia delle Aragoste, verso sud, ci sono a pochissima distanza l’uno dall’ altro numerosi siti d’ immersione tutti validi . Ne citiamo solo alcuni perchè l’ elenco sarebbe troppo lungo. La Franata, parallela alla Baia delle Aragoste, fino a 30m. , murene aragostine , scorfani, saraghi. La Roccia Bucata, un’ insenatura che sembra un piccolo paradiso, termina con una piccola grotta subacquea che può essere visitata; in un lato un costone che può arrivare ad oltre -40m. con grandi aragoste fondale sabbioso con franate di grandi massi e stupenda parete verticale contornata da praterie di parazoantus e stupende spugne giallo arancio. I Grottini stanno sotto l’ alto promontorio di Torre Falcone, si tratta di due piccole grotte subacquee inserite in due insenature parallele. in una di queste è possibile ammirare una grande ancora ammiragliato ormai piena di concrezioni calcaree ma che non hanno intaccato la sua splendida forma. Scoglio Businco, una secca abitata da aragoste e piccole cernie, da -15m. a -30m.. Scoglietti, si tratta di un piccolo isolotto circondato da scogli affioranti . Un luogo caratterizzato da ampi canyon che si diramano verso il largo, un fondale vario e frastagliato. E’ quasi sempre presente molta corrente anche in condizioni meteo ideali.

Rispondi

Top

Pin It on Pinterest

Share This